Il periodo di convalescenza può essere molto sgradevole.
Fate attenzione alla scelta della biancheria postoperatoria!




Dopo i precedenti parti il mio seno ha cambiato radicalmente la sua forma, a causa dell'allattamento. La mia possibilità di scelta dei reggiseni e dei costumi da bagno si è ristretta perché anche scegliendo correttamente la biancheria intima i miei seni erano cadenti. Mi vergognavo addirittura davanti a mio marito, nonostante lui fosse soddisfatto ;) Nessuno mi ha spinto a operarmi, è stata una mia decisione. Potevo contare sul sostegno di tutta la mia famiglia!

Quando dovevo decidere a quale operatore affidarmi una mia amica, che aveva fatto l’aumento del seno qualche anno prima, mi diede il suo consiglio.

Già da un po' di tempo stavo pensando all'aumento del seno. Ci ho messo un paio d'anni per decidermi. Penso che una decisione del genere debba maturare perché è una scelta per tutta la vita - una vita migliore. Sono già passate 3 settimane dall'operazione. Per ora sono ancora in ferie, ma già dalla prossima settimana torno al lavoro.

Avevo molta paura dell'operazione stessa, non tanto per via del dolore, ma ero preoccupata se tutto sarebbe andato bene e senza complicazioni. E così sono andate le cose. L'operazione è durata un'ora. Quando mi sono risvegliata dall'anestesia mi sentivo stanca ma piena di entusiasmo. Il dolore era molto intenso, anche se il dottore mi aveva avvertita di prepararmi a un grande dolore, è difficile per una persona prepararsi a un dolore così forte. Devo aggiungere che ho una soglia del dolore molto bassa, credo che ciascuno di noi affronta in modo diverso il dolore postoperatorio.

Dopo essere stata rilasciata per le cure domiciliari tutti si sono presi cura di me dato che non ero in grado di fare nulla. Mi faceva la schiena, e soprattutto il seno. Dopo l'intervento ho ricevuto un reggiseno speciale che mi irritava la pelle sotto le ascelle, il che era molto fastidioso perché mi erano rimaste le croste dai drenaggi. Il materiale di questo reggiseno non mi andava bene perché sudavo molto e, soprattutto, preferisco il cotone al quale ero abituata già da prima dell'intervento. In più assorbe bene il sudore. Le cuciture (vedi foto) attraversano tutto il reggiseno, quindi passano anche sopra le areole e i capezzoli. Poiché entrambe le mammelle erano gonfie e facevano molto male al tatto, la cucitura non faceva altro che peggiorare il disagio.


REGGISENO ORIGINALE

2019 rekon 01


Per questo non ho esitato e ho iniziato a cercare un altro marchio di reggiseni in cotone e soprattutto senza cuciture. Dopo tutte quelle recensioni positive lo ho trovato nella ditta LIPOELASTIC. Il reggiseno che soddisfaceva tutti i miei criteri chiamato PI special (vedi foto). Sul sito web c'è una chiara tabella con le taglie e un video descrittivo dove si spiega come misurare correttamente in modo che il reggiseno poggi bene e non prema da nessuna parte. Con questo reggiseno mi sento molto bene - non preme e non graffia da nessuna parte, è piacevole al tatto. Apprezzo anche i 2 gancetti ausiliari di fissaggio prima di chiudere tutto il reggiseno con la cerniera ;)


LIPOELASTIC - PI special

2019 rekon 02


Alle donne che decidono di sottoporsi all'aumento del seno consiglio di scegliere l'operatore giusto perché secondo me questa è la base. Inoltre è importante fare attenzione al comfort della biancheria intima perché dopo l'operazione sarete molto più sensibili alla comodità rispetto a prima.


Dopo il periodo di recupero

2019 rekon 04


 

Il mio consiglio se dovessi sottopormi nuovamente all'aumento del seno?
Ci sono molte cose che farei allo stesso modo se dovessi rifare l'aumento del seno. Mi sono comunque convinta che dopo l'intervento una biancheria comoda influisce notevolmente sul comfort mentale e fisico. Per questo motivo forse mi informerei meglio su quale biancheria postoperatoria mi verrà data dopo l'operazione e mi preparerei meglio prima dell'intervento.